Migliori scarpe running da donna

di Andrea Pilotti 12 ottobre 2018

Classifica, Recensioni e Offerte delle migliori scarpe running da donna selezionate per comfort, peso, qualità dei materiali ammortizzanti, marca e prezzo.

Miglior scarpa running da donna

Classifica e Recensioni delle migliori scarpe da corsa da donna

Un tempo, le aziende produttrici di scarpe si limitavano a restringere e tingere di rosa i propri modelli per crearne la versione femminile. La situazione ora è molto diversa.

In Italia, il 58% di tutti i corridori che hanno partecipato a gare di 5 km, il 61% di quelli che hanno disputato mezze maratone e il 43% di quelli che hanno disputato una maratona erano donne. Finalmente le aziende hanno compreso che le donne rappresentano una percentuale importante dei corridori e che il corpo della donna è diverso da quello dell’uomo.

Un angolo Q più ampio, una massa corporea inferiore e una forma diversa dei piedi sono solo alcune delle differenze fisiologiche che fanno sì che la scarpa da corsa ideale per una donna debba avere caratteristiche specifiche. Diversi fattori che riguardano la biomeccanica di una donna devono essere presi in considerazione quando si progettano le scarpe da corsa.

I modelli presi in considerazione in questa classifica sono scarpe da running neutre di tipo A3 con massima ammortizzazione, per podiste che non hanno problemi particolari a piedi e ginocchia.

Hoka One One Arahi 2

Hoka One One Arahi 2Le Hoka One One Arahi 2 sono delle scarpe progettate appositamente per la corsa su asfalto, indicate soprattutto per le sessioni di allenamento di media e lunga durata.

Forniscono ai podisti un moderato sostegno dell’arco plantare, per correggere problemi di iperpronazione e bilanciare un’eccessiva rotazione interna del piede. Hanno un design accattivante e originale, una buona scelta di combinazioni differenti e un peso di 218 grammi per il modello da donna.

Il battistrada è piuttosto pronunciato e realizzato in Hi-Abrasion, una gomma leggera che offre un buon livello di protezione dall’usura, con scanalature marcate per garantire una flessibilità più accentuata. L’intersuola è in EVA J-Frame, che ammortizza la falcata distribuendo l’energia su tutta la superficie della suola.

Nella parte centrale è presente una leggera curvatura, per sorreggere il piede e limitare l’iperpronazione, mentre una soletta Ortholite evita la formazione di cattivi odori e aumenta il confort complessivo. La tomaia è formata da una rete traspirante a struttura aperta, con un rivestimento a sovrapposizioni che avvolge il piede e una leggera imbottitura nella linguetta.

Secondo la nostra opinione si tratta di una scarpa per correre sull’asfalto piuttosto stabile, confortevole e robusta. Da migliorare il fissaggio sul tallone e il sistema di allacciatura, mentre sia l’ammortizzazione che lo spazio sull’avampiede sono adeguati.

Mizuno Wave Inspire 14

Mizuno Wave Inspire 14Le Mizuno Wave Inspire 14 sono delle scarpe per gli allenamenti su strada, con un design moderno ed elegante e un supporto dell’arco plantare rivolto ai podisti che soffrono di iperpronazione o piedi piatti.

Il peso è 247 grammi per il modello da donna, mentre il battistrada è realizzato in X10, una mistura di gomma e carbonio che protegge l’intersuola e offre una buona aderenza sull’asfalto. Sull’avampiede invece è presente una suola in gomma, per donare una maggiore reattività e una flessibilità più marcata.

L’intersuola è composta da l’U4icX, una schiuma leggera che supporta la parte posteriore del piede assorbendo parte dell’impatto durante l’appoggio, con un inserto in plastica termica che conferisce una modesta elasticità alla suola. La tomaia è in Mesh ingegnerizzato, abbastanza traspirante e morbida, con una trama della struttura robusta e fori più stretti rispetto alla versione precedente.

Sulla zona dell’avampiede è stata utilizzata la tecnologia Dynamotion Fit. Attraverso una serie di rivestimenti aggiuntivi elasticizzati viene accompagnato il movimento del piede, che rimane avvolto e stabile durante tutta la falcata, dall’appoggio alla spinta finale.

Secondo la nostra opinione questo modello offre un buon rapporto qualità-prezzo. Nonostante a volte risulti un po’ stretta sull’avampiede, nel complesso è una scarpa che protegge efficacemente le ginocchia e la schiena, garantendo una vestibilità apprezzabile e una buona stabilità.

Skechers Flex Appeal 2.0

Skechers Flex Appeal 2.0Le Skechers Flex Appeal 2.0 sono un modello realizzato per correre su strada asfaltata, una scarpa indicata per gli allenamenti quotidiani con un supporto neutro per l’arco plantare, un design gradevole e raffinato e un peso di 255 grammi sia nella versione maschile che in quella femminile.

Il battistrada utilizza la suola FlexSole brevettata dall’azienda, in grado di offrire un supporto flessibile grazie anche alle scanalature flessibili verticali e orizzontali. L’intersuola risulta abbastanza ammortizzata e reattiva, con una resistenza discreta che permette di affrontare sessioni di media durata senza grosse difficoltà.

La tomaia è in jersey traspirante e ricopre tutta la calzatura, offrendo un buon avvolgimento del piede e rimanendo piuttosto aderente alla pelle. All’interno è presente un rivestimento in tessuto, che rilascia una sensazione molto piacevole al contatto, con una soletta sagomata in Memory Foam che ne migliora l’ammortizzazione e la stabilità.

Secondo la nostra opinione questa seconda versione rimarca le prestazioni e lo stile di quella precedente, confermandola come un modello abbastanza flessibile adatto soprattutto alle corse veloci. Probabilmente si poteva fare qualcosa di più per il supporto dell’arco plantare e la resistenza, mentre l’eleganza e il comfort sono sempre adeguati.

Adidas AlphaBounce CK

Adidas AlphaBounce CKLe Adidas AlphaBounce CK sono delle scarpe per la corsa su strada con un supporto per l’arco plantare neutro, adatte agli allenamenti e all’uso quotidiano, con un design originale e un peso di 292 grammi per il modello da donna.

Il battistrada è in gomma e offre una buona aderenza sull’asfalto, mentre l’intersuola in schiuma è reattiva ed elastica, con una suola che aumenta la sua superficie durante l’appoggio assorbendo parte dell’energia, per riconvertirsi al momento della spinta rilasciando la pressione accumulata.

La tomaia è in Forged Mesh, un materiale che consente un movimento naturale del piede durante la falcata. Nonostante rimanga piuttosto aderente non crea alcun fastidio, risultando avvolgente ma confortevole. All’interno è presente una fodera in tessuto che permette di indossare la scarpa anche senza calzini, evitando le irritazioni grazie a un rivestimento antimicrobico.

Secondo la nostra opinione si tratta di una scarpa comoda ed elegante, con una buona qualità costruttiva e una trazione affidabile. Da migliorare l’offerta delle combinazioni, piuttosto limitata, tuttavia questo modello è versatile e può essere usato in diverse occasioni.

Brooks Ghost 11

Brooks Ghost 11 donnaLe Brooks Ghost 11 sono delle scarpe per la corsa su strada di qualità elevata, indicate soprattutto per l’allenamento e caratterizzate da un design moderno e piacevole, con un’ampia scelta di modelli e combinazioni differenti.

Offrono un supporto per l’arco plantare neutro, con un peso di 269 grammi per la versione da donna. Il battistrada è realizzato con una mistura di gomma e carbonio nella zona del tallone, per risultare più robusta e resistente, mentre sull’avampiede la suola è in gomma soffiata, un composto più reattivo e flessibile.

L’intersuola è costituita dal noto DNA BioMoGo brevettato dalla Brooks, un materiale piuttosto reattivo, con una base in gel che fornisce un’ammortizzazione adeguata e assorbe gli urti scaturiti dall’appoggio. Sull’avampiede sono presenti delle scanalature flessibili che migliorano la distribuzione dell’energia durante la spinta.

Sul tallone invece è stata adottata la tecnologia DNA Loft, con uno strato aggiuntivo di schiuma che assicura un atterraggio più morbido. La tomaia è in Mesh ingegnerizzato con un rivestimento traspirante e leggero. Quest’ultima versione presenta una maglia più liscia e morbida, che avvolge il piede senza causare irritazioni.

Secondo la nostra opinione si tratta di un modello in grado di offrire buone prestazioni negli allenamenti. I lacci sono leggermente corti, tuttavia la scarpa garantisce una vestibilità adeguata, un’ammortizzazione discreta e un peso contenuto, adeguandosi senza problemi sia alla corsa che alla camminata.

On Cloudflow

On CloudflowLe On Cloudflow sono un modello leggero da competizione indicato per le gare su strada, con un supporto neutro per l’arco plantare e un design moderno e accattivante.

Il peso nella versione da donna è di appena 190 grammi. Il battistrada vanta una struttura particolare e originale ed è realizzato in gomma CloudTec, un materiale durevole e ben ammortizzato. La parte esterna è composta da una serie di inserti a nido d’ape, per aumentare l’aderenza e offrire una trazione adeguata.

L’intersuola è in EVA Zero Gravity, un composto leggero, resistente e reattivo, con un componente aggiuntivo chiamato Speedboard, che fornisce una maggiore rigidità torsionale e accompagna il movimento del podista. La tomaia è in Mesh ingegnerizzato, con una struttura che avvolge il piede e una linguetta perforata per una migliore ventilazione.

All’interno della tomaia c’è un rivestimento antimicrobico, per aumentare il comfort dei runners soprattutto durante le gare di media e lunga durata. Fornisce una buona aderenza interna, bloccando il piede nella giusta posizione ed evitando scivolamenti e perdite di controllo.

Secondo la nostra opinione la suola si consuma un po’ troppo velocemente e sul bagnato non offre le stesse prestazioni dell’asciutto, tuttavia si tratta di un modello molto affidabile, leggero e ben ammortizzato. Apprezzabili sia il comfort che la reattività, mantenuti anche sulle lunghe percorrenze.

Nike Air Zoom Structure 21

Nike Air Zoom Structure 21Le Nike Air Zoom Structure 21 sono delle scarpe per correre sulle superfici stradali e sterrate, un modello versatile indicato per le sessioni di allenamento quotidiano sull’asfalto o la vita di tutti i giorni.

Hanno un design elegante e offrono un’ampia scelta di combinazioni e colorazioni differenti, con un supporto per l’arco plantare rivolto a chi soffre di iperpronazione. Il peso è modesto, pari a 255 grammi nella versione femminile. Il battistrada è una mistura di gomma e carbonio, in grado di durare a lungo e consentire di affrontare superfici diverse, dall’asfalto ai percorsi sterrati poco impegnativi.

Sull’avampiede è presente un inserto in Duralon Blown Rubber, un materiale leggero e flessibile che garantisce una buona ammortizzazione. L’intersuola è un composto delle schiume Cushlon e Phylon a densità variabili, che offrono un buon supporto nella zona mediale del piede, una reattività adeguata su tutta la superficie della suola interna e una protezione sul tallone per assorbire gli urti.

Nella zona dell’avampiede è stata utilizzata la tecnologia Nike Air Zoom, che consiste in una serie di fibre intrecciate che stimolano un rimbalzo più scattante ed energico. La tomaia è in Mesh con una rete Wrap Knit leggera e traspirante, con una parte superiore senza cuciture e un rivestimento interno morbido e confortevole.

Secondo le nostre opinioni questa scarpa da corsa offre un supporto moderato, ideale per chi presenta rotazioni interne del piede pronunciate ma non eccessive. Quest’ultima versione risulta più leggera, comoda e reattiva rispetto alle precedenti.

Asics Gel Cumulus 20

Asics Gel Cumulus 20Le Asics Gel Cumulus 20 sono delle scarpe progettate per la corsa su strada, da utilizzare per gli allenamenti e le attività sportive di media intensità, con un supporto neutro per l’arco plantare e un design pulito e sobrio.

Il peso è di 236 grammi per il modello da da donna. Il battistrada è realizzato con due materiali differenti, il composto AHAR che offre una maggiore resistenza in alcune zone sensibili, per aumentare la resistenza e migliorare l’aderenza e la gomma DuraSponge, che rende la scarpa più flessibile e ammortizzata.

Nell’intersuola è stata integrata la tecnologia FlyteFoam, per migliorarne la reattività sulle lunghe distanze e la vestibilità. All’interno sono presenti delle componenti che assicurano un’ammortizzazione adeguata e un comfort di buon livello soprattutto sull’avampiede. La tomaia è in Mesh Jacquard, un materiale elastico e flessibile, che garantisce una buona libertà di movimento.

Secondo la nostra opinione la scarpa è un po’ rigida specialmente all’inizio, perciò è necessario un periodo di rodaggio e di adattamento. Tuttavia si tratta di un modello efficiente e funzionale, con un’ammortizzazione sufficiente, un buon sostegno sotto il piede e una vestibilità di alto livello.

Merrell Bare Access Arc 4

Merrell Bare Access Arc 4Le Merrell Bare Access Arc 4 sono un modello professionale per le competizioni indicato per correre sulla strada, con un supporto neutro per l’arco plantare e un design elegante e minimalista.

La versione da donna ha un peso di 127 grammi. Il battistrada ha una suola molto sottile, con uno spessore di soli 2 mm, oltre a scanalature flessibili per una maggiore aderenza sul manto stradale. L’intersuola in CMEVA risulta ben ammortizzata grazie alla tecnologia MBound, che stimola il rimbalzo tra l’appoggio e la spinta, inoltre è resistente e non si usura facilmente.

La tomaia è in Air Mesh e pelle sintetica, con un rivestimento esterno traspirante e confortevole. Sono state inserite delle sovrapposizioni in TPU, un materiale notoriamente robusto e reattivo. La struttura non presenta cuciture e avvolge adeguatamente il piede, mentre all’interno è stato aggiunto uno strato in M-Select Fresh, che non irrita la pelle e mantiene il piede fresco e asciutto.

Secondo la nostra opinione una delle poche pecche di questo modello è l’assenza del plantare, allo stesso tempo è comunque una scarpa di alto livello, in grado di offrire buone prestazioni sull’asfalto dove risulta comoda, resistente e affidabile.

New Balance Fresh Foam 1080v8

New Balance Fresh Foam 1080 v8Le New Balance Fresh Foam 1080v8 sono delle scarpe per la corsa su strada, indicate per le sessioni di allenamento e le camminate, un modello con un sostegno neutro per l’arco plantare, un peso moderato e un design moderno e gradevole.

La versione da donna ha un peso di circa 276 grammi. Il battistrada è in gomma soffiata con alette esagonali, che offrono una buona trazione sia sull’asfalto che su percorsi sterrati poco impegnativi e privi di dislivelli eccessivi. Sul tallone è presente un piccolo rinforzo per attutire i colpi durante la corsa.

L’intersuola è in Fresh Foam, un materiale che garantisce una discreta ammortizzazione e riduce la rigidità torsionale, risultando abbastanza morbido ma sufficientemente rigido. La tomaia ha un rivestimento esterno di protezione sulla parte frontale, con rinforzi nella zona centrale per donare un supporto maggiore al piede. All’interno c’è un rivestimento in tessuto che mantiene la linguetta allineata e ne migliora la traspirazione.

Secondo la nostra opinione questo modello è leggermente pesante e un po’ troppo costoso, ma nel complesso offre un’ammortizzazione adeguata e una buona vestibilità, confermandosi un compromesso accettabile per chi vuole utilizzare queste scarpe quotidianamente.

Saucony Kinvara 9

Le Saucony Kinvara 9 sono delle scarpe da competizione per la corsa su strada, un modello con un supporto neutro per l’arco plantare, un design pulito e poco appariscente e un peso piuttosto contenuto, di circa 184 grammi per la versione da donna.

Il battistrada presenta inserti in gomma Strategic sulla zona del tallone e dell’avampiede, un materiale che offre una resistenza elevata utile nelle corse di lunga durata, mentre la suola Tri-Flex distribuisce uniformemente l’energia durante l’impatto con il suolo. L’intersuola è in EVA+ molto leggero, per aumentare il comfort e il rimbalzo.

All’interno è presente una piattaforma di tipo Everun, per fornire un’ammortizzazione adeguata e una buona reattività. La tomaia è in Mesh ingegnerizzato, con un tessuto sul tallone che offre un discreto supporto, più degli inserti Flex Overlay nel rivestimento superiore per rendere la calzatura più vestibile e aderente.

Secondo la nostra opinione questo modello è sufficientemente leggero e confortevole, con una buona struttura che risulta abbastanza ammortizzata e reattiva. Nonostante si senta a volte la mancanza di un supporto per l’arco plantare, la scarpa nel complesso garantisce una discreta versatilità e buone prestazioni, con un rapporto qualità-prezzo adeguato.

Come scegliere le scarpe running da donna

Anche più larghe significa maggiore stress

Il primo fattore da tenere a mente è che le donne hanno anche più grandi rispetto agli uomini, il che aumenta il rischio di una pronazione eccessiva. Secondo un rapporto recente, le donne soffrono due volte di più del ginocchio del corridore rispetto agli uomini, per via del maggiore stress causato da questa tendenza all’iperpronazione. Per ovviare a questo problema può essere molto utile utilizzare una scarpa con una suola o un’intersuola in grado di offrire sostegno supplementare.

Minore massa corporea

In media, le donne hanno circa il 15% di massa corporea in meno rispetto agli uomini, anche se ovviamente questo dato varia a seconda della persona. Avere una massa corporea inferiore significa che chi progetta le scarpe da corsa deve modificare la quantità di schiuma presente nell’intersuola (per le donne dovrà essere un pochino meno). Per questo, le scarpe da donna tenderanno ad essere più leggere e morbide rispetto alla versione da uomo. Inoltre, le scanalature presenti nelle scarpe da donna tendono ad essere leggermente più profonde, rendendo più semplice flettere l’intersuola sulla punta.

Che differenza c’è tra le scarpe running per uomo e quelle da donna?

Forma del piede

I progettisti di scarpe da running da donna dovrebbero anche tenere conto del fatto che, in media, i piedi degli uomini tendono ad essere più larghi e lunghi. I piedi delle donne, al contrario, hanno caratteristiche diverse per quanto riguarda la forma, in particolare a livello dell’arco, della punta e dell’avampiede. E’ importante considerare questi fattori per assicurarsi che la suola sia in grado di assicurare una buona risposta e si adatti bene al piede. Una scelta oculata di queste calzature può essere determinante per non incorrere in patologie come la sindrome da stress tibiale o la fascite plantare.

[Voti: 723    Media Voto: 4.8/5]
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Guarda un esempio

SCARPE RUNNING
Guida all'acquisto delle migliori scarpe da corsa
Classifiche - Recensioni - Migliori Offerte
Scarpe Running è il supplemento tematico della rivista consumatori indipendente Guida Acquisti che ti aiuta scegliere le scarpe da corsa, attraverso classifiche, recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.