Migliori scarpe running per fascite plantare

La fascite plantare è un problema relativamente comune nei corridori. Se ne soffrite, probabilmente non vedete l’ora di poter ricominciare a correre. Come è possibile ridurre al minimo i dolori? Iniziate con un paio di scarpe da corsa adatte. Avrete bisogno di scarpe running con determinate caratteristiche ed è per questo che ho recensito le migliori scarpe da corsa per fascite plantare.

Se soffrite di fascite plantare la prima cosa da fare è NON correre e rivolgervi immediatamente a un medico esperto che vi saprà indicare come curarla. In questo articolo abbiamo preso in considerazione alcuni modelli di scarpe da running che ha nostro personale avviso potrebbero aiutarvi a non incorrere in questa spiacevole patologia-

INDICE
1. Migliori scarpe da corsa per fascite plantare
1.1 Brooks Adrenaline GTS 21
1.2 Asics GEL Nimbus 23
1.3 Saucony Kinvara 10
1.4 Brooks Adrenaline GTS 20
1.5 Asics GT 2000 9
1.6 Brooks Addiction 14
1.7 Saucony Guide 11
2. Perché è importante scegliere la scarpa giusta
2.1 Le migliori scarpe per fascite plantare presentano:
2.2 Perché altre scarpe da corsa non offrono gli stessi benefici?
3. Problemi comuni con le scarpe da corsa quando si soffre di fascite plantare
4. Studi e statistiche

Migliori scarpe da corsa per fascite plantare

Brooks Adrenaline GTS 21

Pro

  • Adatte per chi soffre di iperpronazione
  • Suola di lunga durata
  • Elevata ammortizzazione
  • Il piede rimane stabile durante la corsa
  • Intersuola ben bilanciata
  • Linguetta a soffietto

Contro

  • Non indicate per corse veloci

Brooks Adrenaline GTS sono scarpe da running giunte alla 21esima edizione e hanno fatto un ulteriore passo in avanti per soddisfare, in modo particolare, le esigenze di corridori su strada che soffrono di iperpronazione.

Una delle caratteristiche principali è lo stack di 30 millimetri, ovvero la distanza massima che c’è fra pianta del piede e suolo. Un dato che assicura un’elevata stabilità e limita la rotazione verso l’interno in fase di appoggio. Tra le più significative novità evidenzio l’ammortizzazione distribuita uniformemente dall’avampiede al tallone, per garantire comfort e permettere un movimento più fluido durante la corsa.

La tomaia in tessuto mesch tecnico è invece la garanzia di avere sempre un’efficace traspirazione anche nei periodi più caldi; inoltre risulta molto flessibile per incrementare la comodità. Passando all’intersuola, non l’ho trovata né troppo morbida e né eccessivamente rigida, offrendo un bilanciamento equilibrato adatto per tranquilli allenamenti quotidiani. Comoda la linguetta a soffietto e imbottita quanto basta per non provocare alcun fastidio. Il battistrada presenta un disegno adatto per affrontare anche percorsi sterrati e una gomma di buon spessore, offrendo la sensazione di poter durare per numerosi chilometri.

Brooks Adrenaline GTS 21 sono scarpe alquanto robuste, progettate per offrire la massima stabilità durante la corsa ed evitare eccessivi movimenti del piede. Secondo la mia opinione, non è un modello destinato a chi svolge allenamenti veloci in preparazione a competizioni. Infatti, si tratta di scarpe dal peso abbastanza alto di circa 288 grammi e senza quelle caratteristiche tecniche e la reattività indispensabili per affrontare ritmi sostenuti.

Asics GEL Nimbus 23

Asics Gel Nimbus 23

Pro e contro

Saucony Kinvara 10

Saucony Kinvara 10

Pro e contro

Brooks Adrenaline GTS 20

Brooks Adrenaline GTS 20

Pro e contro

Asics GT 2000 9

Asics GT 2000 9

Pro e contro

Brooks Addiction 14

Brooks Addiction 14

Pro e contro

Saucony Guide 11

Saucony Guide 11

Pro e contro

Perché è importante scegliere la scarpa giusta

La corsa e altre attività fisiche moderate possono aumentare il rischio di fascite plantare. Come probabilmente sapete, una volta che che questa si verifica rende più difficile continuare gli allenamenti. Probabilmente il medico vi ha consigliato di ridurre le vostre attività per proteggere i legamenti già infiammati. Se decidete di continuare con gli allenamenti, è fondamentale che utilizziate delle scarpe running in grado di offrire il giusto sostegno ai vostri piedi. Il primo passo è quello di scegliere le scarpe da corsa giuste per proteggere il vostro arco, il tallone e la caviglia.

Qual è la scarpa da corsa migliore per la fascite plantare? In che cosa sono diverse le scarpe migliori? Ecco quali sono i fattori più importanti da tenere in considerazione. I diversi modelli possono sembrare simili, ma il minimo cambiamento nel vostro movimento, insieme ad un maggiore supporto, dovrebbero fare in modo che 1) non aggraviate la vostra condizione, 2) proviate meno dolore possibile e 3) possiate continuare a correre.

Come scegliere le scarpe da running

Le migliori scarpe per fascite plantare presentano:

  • Massimo supporto a livello dell’arco.
  • Migliore assorbimento degli urti per disperdere meglio la forza derivante dall’impatto del piede sul terreno.
  • Un’azienda seria alle spalle, dal momento che per soddisfare i primi due criteri occorrono investimenti notevoli.
  • Molte recensioni positive da parte di corridori con fascite plantare.

Perché altre scarpe da corsa non offrono gli stessi benefici?

  • Sono realizzate in materiali più economici.
  • Offrono scarso o nessun sostegno per il piede e, in particolare, il tallone, come le scarpe barefoot.
  • Sono troppo leggere e flessibili per offrire un supporto sufficiente.

E’ facile acquistare un paio di scarpe dall’aspetto modaiolo e tecnologico, tuttavia, se soffrite di fascite plantare o di dolore agli stinchi non dovete dimenticare che il vostro obiettivo è cercare di non aggravarla.

La cosa più importante è acquistare una scarpa da corsa che supporti l’arco e il tallone. Il design dovrebbe essere un fattore secondario. Fortunatamente, la maggior parte delle scarpe da corsa è anche curata nell’estetica. Ovviamente, quando si tratta delle scarpe running migliori per fascite plantare, la funzionalità è l’aspetto più importante.

Problemi comuni con le scarpe da corsa quando si soffre di fascite plantare

Non esiste una scarpa specifica per chi soffre di fascite plantare. Dovrete fare diverse prove per scoprire quale modello è più adatto a voi. E’ possibile che la prima scarpa che proviate non sia quella più indicata, ed ecco quali sono i problemi comuni con le scarpe da corsa quando si soffre di fascite plantare:

  • Le scarpe per fascite plantare possono essere più costose rispetto ad altri modelli.
  • Possono non essere in grado di eliminare totalmente il dolore.

Studi e statistiche

Nel corso degli anni, diversi studi hanno dimostrato i vantaggi offerti dai trattamenti fisioterapici e i benefici a breve termine che i pazienti possono ricevere scegliendo di utilizzare scarpe indicate per fascite plantare. Inoltre, diversi studi hanno dimostrato che le persone affette da fascite plantare mostrano un deficit di forza e flessibilità rispetto a corridori che non presentano questa condizione.

Alcune tecniche per ridurre il dolore legato alla fascite plantare consistono nel ridurre l’ampiezza delle falcate e aumentare il ritmo fin quando i sintomi non si risolvono. Inoltre, bisognerebbe evitare di poggiare per primo l’avampiede, dal momento che questo aumenta la tensione sulla fascia plantare. Per finire, è importante indossare scarpe in grado di offrire un supporto eccellente a livello del tallone.