Migliori Scarpe Running

di Andrea Pilotti 29 ottobre 2018

Classifica e Recensioni delle Migliori Scarpe Running Neutre A3 selezionate dalla nostra redazione per capacità di massimo ammortizzamento, peso, materiali, prezzo e marca.

miglior scarpa running massimo ammortizzamento a3

Classifica e Recensioni delle Migliori Scarpe Running A3

Le scarpe da corsa che vi proponiamo in queste recensioni sono calzature sportive a massima ammortizzazione di tipo neutro indicate per la maggior parte dei runner amatoriali. Per i runner che si dedicano alle gare consigliamo di andare alla sezione categorie scarpe da running.

Brooks Glycerin 16

Brooks Glycerin 16Si tratta di un modello con un arco plantare neutro, da utilizzare principalmente per le sessioni di allenamento e le attività sportive di tutti giorni, soprattutto su strada. Il peso della versione maschile è di 301 grammi, mentre per quella da donna è di 267 grammi.

Il battistrada è realizzato in una mistura di due tipi di gomma differenti, una più resistente per proteggere il tallone e l’altra maggiormente flessibile e morbida, per garantire una corretta aderenza sull’avampiede. La tomaia ha una struttura a doppia maglia in Mesh, che assicura un’adeguata traspirazione, mentre l’intersuola è in schiuma DNA, con ammortizzazione integrata per un maggiore rimbalzo.

Secondo la nostra opinione le Brooks Glycerin 16 si confermano come un modello particolarmente apprezzato dai podisti, ottenendo un feedback positivo in merito all’ammortizzazione, giudicata reattiva e confortevole, il design e la vestibilità. Buone anche le prestazioni, a fronte di un prezzo piuttosto elevato.

Mizuno Wave Ultima 9

Mizuno Wave Ultima 9Le Mizuno Wave Ultima 9 sono delle scarpe da corsa con una buona ammortizzazione, un rapporto qualità-prezzo interessante e un design moderno e accattivante. Il peso per il modello da uomo è pari a 305 grammi, mentre per quello da donna a soli 225 grammi. L’arco plantare è neutro, perciò non offre supporti particolari per problemi di iperpronazione o supinazione eccessiva.

Il battistrada è composto dal materiale X10, una combinazione di gomma e carbonio, che protegge la scarpa dall’usura con il suolo e garantisce una buona aderenza anche sulle superfici bagnate. Sulla zona dell’avampiede è stata inserita della gomma soffiata, per aumentare il comfort in questo punto. La tomaia risulta abbastanza traspirante, grazie a un tessuto leggero che favorisce la circolazione dell’aria.

L’intersuola invece è realizzata in U4ic, una schiuma compatta con buone capacità di assorbimento degli urti e di ammortizzazione, che consente di abbattere il peso del 30%.

Secondo la nostra opinione questo modello è confortevole, adatto soprattutto alla corsa su strada e agli allenamenti, tuttavia bisogna provarlo, poiché alcuni podisti hanno riscontrato problemi di vestibilità.

Altra Paradigm 4.0

Altra Paradigm 4.0L’Altra Paradigm 4.0 è una scarpa da corsa che è stata completamente aggiornata in quest’ultima versione, accolta positivamente dai corridori che ne hanno apprezzato soprattutto le prestazioni e l’affidabilità. Si tratta di un modello adatto alla strada e ai percorsi lievemente sterrati, con un arco plantare neutro e piuttosto performante anche nelle lunghe sessioni di allenamento.

Il battistrada utilizza la tecnologia FootPod, un materiale che si adegua alla forma naturale del piede, grazie a una struttura che risponde gradualmente in base al tipo di sollecitazione ricevuta. Secondo la nostra opinione ciò aiuta ad ottenere una reattività e una flessibilità maggiori durante la corsa. La tomaia è costituita da un maglia traspirante, ventilata e duratura.

L’intersuola è in Altra EGO, una mistura che rimane morbida e confortevole, con tre supporti interni nella parte centrale, sul tallone e sull’avampiede per contrastare leggeri problemi di iperpronazione. Inoltre nella suola sono presenti delle scanalature Inner Flex, per conferire più flessibilità nel momento della spinta. Il peso è di 318 grammi per la versione maschile e di 261 grammi per quella femminile.

Asics Gel Cumulus 20

Asics Gel Cumulus 20Le Asics Gel Cumulus 20 sono delle scarpe da corsa su strada ammortizzate, con un peso contenuto di appena 285 grammi nel modello da uomo e 236 grammi in quello da donna. Hanno un costo d’acquisto interessante e sono indicate soprattutto per gli allenamenti di media durata, sull’asfalto o su percorsi misti con lievi inclinazioni.

L’arco plantare è neutro, mentre il battistrada combina due materiali sviluppati dall’Asics. L’AHAR garantisce una maggiore resistenza, contrastando l’usura esterna e migliorandone l’aderenza alla superficie durante l’appoggio, mentre la gomma DuraSponge rimane più morbida per fornire un comfort più elevato al runner. La tomaia è in Mesh senza cuciture e lascia una certa libertà di movimento.

L’intersuola ha subito l’intervento più importante, con l’utilizzo della tecnologia FlyteFoam per aumentarne la reattività soprattutto sulle lunghe distanze.

Secondo la nostra opinione nel complesso si tratta di un modello ammortizzato piuttosto efficiente e funzionale, mentre il design potrebbe essere migliorato.

Hoka One One Stinson 3

Hoka One One Stinson 3Le Hoka One One Stinson 3 sono state accolte con pareri discordanti, alcuni corridori hanno gradito le modifiche apportate alla terza versione, mentre altri prediligono ancora la seconda generazione. Questo modello ha un prezzo piuttosto elevato, tuttavia offre una buona ammortizzazione grazie al battistrada ampio e funzionale.

All’esterno è costituito di gomma Hi-Abrasion, per proteggere la suola dall’usura e garantire un’aderenza adeguata, con scanalature flessibili che lasciano il movimento libero ma lievemente supportato. La tomaia è in tessuto con una rete traspirante e leggera senza cuciture, invece l’intersuola è in schiuma ammortizzata HIP CMEVA, che lascia il piede affondare al suo interno.

Questa scarpa è stata progettata per percorsi stradali e sessioni di allenamento medio-lunghe, con un peso di 340 grammi per il modello da uomo e 289 grammi per quello da donna.

Secondo la nostra opinione il sistema di ammortizzazione è morbido e confortevole, allo stesso tempo abbiamo riscontrato una certa instabilità e qualche fastidio per il supporto dell’arco plantare.

Adidas Ultra Boost Uncaged

Adidas Ultra Boost UncagedLe Adidas Ultra Boost Uncaged sono delle scarpe da corsa per l’allenamento quotidiano, il peso è di 303 grammi per la versione da uomo e di 255 grammi per quella da donna. Il battistrada è sottile, specialmente sull’avampiede, ed è composto da uno strato Stretchweb elastico che si modella in base alla forma del piede e al tipo di movimento. L’intersuola è formata da migliaia di piccoli pellet di TPU, strutturati insieme per enfatizzare la natura elastica e reattiva di questo modello.

La tomaia è in Primeknit, un materiale simile al tessuto che si adatta al piede e ne segue anch’esso il movimento. All’interno è presente una rete che permette di utilizzare la scarpa anche senza calzini, evitando irritazioni e fastidi. L’arco plantare è neutro, tuttavia sono presenti dei rinforzi sul tallone che offrono un leggero contenimento della rotazione interna.

Secondo la nostra opinione sono un modello costoso ma caratterizzato da una qualità elevata. Abbiamo gradito il sistema di ammortizzazione, confortevole e affidabile.

Merrell Agility Peak Flex

Merrell Agility Peak FlexLe Merrell Agility Peak Flex vantano un design moderno e originale, con un battistrada ammortizzato piuttosto omogeneo e ben distribuito su tutta la lunghezza della scarpa. Si tratta di un modello robusto con arco plantare neutro, specifico per gli allenamenti su percorsi off-road anche impegnativi o particolarmente sconnessi.

La tomaia è in tessuto e TPU, resistente agli agenti atmosferici e al fango, grazie alla struttura che evita infiltrazioni all’interno. Inoltre è presente un contrappeso che favorisce il bloccaggio del piede, con un’imbottitura per aumentare il comfort durante le lunghe sessioni. Il battistrada è disegnato per limitare lo scivolamento e migliorare l’aderenza anche nel trail.

L’intersuola invece è in EVA, un materiale leggero e traspirante, provvista di scanalature per una maggiore presa interna.

Secondo la nostra opinione sono delle scarpe agili e leggere, con un peso di 368 grammi per il modello da uomo e 295 grammi per quello da donna, una buona scelta per le escursioni in montagna e il trail running.

New Balance Vazee Rush v2

New Balance Vazee Rush v2Le New Balance Vazee Rush v2 sono un modello leggero e ammortizzato per l’allenamento sull’asfalto, delle scarpe per podisti con arco plantare neutro, caratterizzate da un costo d’acquisto contenuto e un peso di 274 grammi per la versione maschile e 243 grammi per quella femminile. Il battistrada è in gomma, offre una buona protezione dall’usura e un’aderenza adeguata.

La tomaia è composta da una rete traspirante che copre il piede avvolgendolo, mantenendolo ventilato e in posizione ma garantendo una discreta libertà di movimento. Si possono indossare sia con i calzini che senza. L’intersuola è in schiuma Rapid Rebound, che dovrebbe aumentare l’energia sprigionata durante l’appoggio per migliorare la spinta.

Secondo la nostra opinione queste scarpe risultano comode e versatili, hanno una buona qualità complessiva e sono durevoli. Allo stesso tempo le dimensioni non sono molto generose, in grado di generare una compressione interna nella parte centrale, che in base al tipo di movimento e alla forma del piede può creare fastidi.

Saucony Lancer 2

Saucony Lancer 2Le Saucony Lancer 2 sono delle scarpe piuttosto economiche, dotate di un arco plantare neutro che non offre supporti specifici per chi soffre di iperpronazione o supinazione eccessiva. Il modello da uomo ha un peso di circa 289 grammi, mentre quello da donna di 249 grammi. Il design è accattivante e vistoso, con una buona scelta di combinazioni differenti.

Il battistrada è una mistura di gomma e carbonio, caratteristica che lo rende idoneo sia alla corsa su strada che ai tracciati sterrati, purché con dislivelli moderati. La tomaia è formata da una maglia traspirante stratificata, per offrire una maggiore ventilazione interna.

L’intersuola garantisce una buona stabilità, ha un sostegno sul tallone, un piccolo rigonfiamento sotto l’arco plantare e un’ammortizzazione di media intensità.

Secondo la nostra opinione è una scarpa adatta a tutti i podisti,  con una tomaia confortevole e prestazioni di tutto rispetto per gli allenamenti di media durata su percorsi misti.

Salomon Sense Pro Max

Salomon Sense Pro MaxLe Salomon Sense Pro Max sono un modello progettato per il trail running, in grado di offrire una buona aderenza, un’ammortizzazione affidabile e una protezione adeguata sui tracciati off-road. La durabilità elevata le rende compatibili con allenamenti di lunga durata e impegnativi. Per il battistrada è stata utilizzata la tecnologia Wet Traction Contagrip, che garantisce una maggiore resistenza e una trazione ottimale anche sul bagnato o con superfici fangose.

L’intersuola invece è stata progettata per massimizzare l’energia durante l’appoggio e la spinta, offrendo allo stesso tempo un’ammortizzazione piuttosto accentuata, una protezione aggiuntiva nella parte inferiore e una stabilità rinforzata nella zona centrale. La tomaia è in Stretch Air Mesh, un materiale che le rende comode, sufficientemente ventilate e vestibili. Non offre supporti specifici per l’arco plantare, mentre il peso è pari a 300 grammi per la versione da uomo e 250 grammi per quella da donna.

Secondo la nostra opinione sono di buon livello aderenza, durata di ammortizzazione e protezione del piede. Leggermente alto il prezzo d’acquisto, migliorabile il sistema di allacciamento.

Nike Zoom Fly

Nike Zoom FlyLe Nike Zoom Fly sono state progettate appositamente per le competizioni su strada o miste, con un design elegante e raffinato, un’ammortizzazione morbida ma reattiva, un arco plantare neutro e un prezzo piuttosto elevato. Il peso del modello da uomo è di 248 grammi, mentre per quelle da donna di appena 184 grammi.

Il battistrada ampio e compatto è in gomma High Abrasion, abbondante soprattutto nella zona del tallone per garantire una maggiore flessibilità, con un design specifico per offrire un’aderenza adeguata anche sulle superfici bagnate o particolarmente impegnative. L’intersuola ha una piastra in nylon e uno strato ammortizzante in Lunarlon, che garantisce una buona reattività.

La tomaia è realizzata in Mesh ingegnerizzato, un materiale morbido e traspirante, con tecnologia Dynamic Flywire che limita il movimento del tallone e offre un supporto moderato durante le corse lunghe.

Secondo la nostra opinione questa soluzione limita lo scivolamento del piede nel passaggio dall’appoggio alla spinta, evitando lo sfregamento della pelle contro la parte interna della scarpa.

Come scegliere una scarpa running A3

Se vi state chiedendo cosa sono le scarpe super ammortizzate, classificate con il codice A3, ecco una guida che vi offrirà alcune informazioni utili. Le scarpe con massimo ammortizzamento A3 o “massimaliste” sono molto popolari e molte aziende offrono almeno un modello con queste caratteristiche. Alcuni di questi modelli sono già disponibili per l’acquisto e molti altri saranno disponibili nei prossimi tempi. Ecco alcune informazioni a proposito di questa tendenza e dei benefici che le scarpe ammortizzate possono offrirvi. Per maggiori informazioni leggi anche l’articolo dedicato alla classificazione delle scarpe da running.

Come scegliere le scarpe da running

Cosa significa massimo ammortizzamento?

I francesi Nicolas Mermoud e Jean-Luc Diard, entrambi corridori di montagna di lungo corso ed ex dipendenti dell’azienda di scarpe Salomon, hanno dato vita a Hoka One One basandosi sui design di grandi dimensioni implementati in alcuni sci, mountain bike, racchette da tennis e biciclette da usare sulla neve.

Per ciascuna di queste applicazioni, l’idea è quella di avere una superficie più ampia in grado di migliorare le prestazioni. Il discorso è simile per le scarpe running massimaliste o con alta ammortizzazione, ma la maggiore ammortizzazione è solo uno degli aspetti. Le caratteristiche delle scarpe A3 comprendono anche un’intersuola dinamica in foam e design particolarmente moderni.

La super ammortizzazione è utile o è solo una moda?

Così come la scarpe minimaliste, anche le scarpe a massimo ammortizzamento non sono indicate per tutti. Proprio come con qualsiasi scarpa da corsa, dovrete trovare una scarpa che si adatti al vostro piede e sia indicata per la vostra andatura e il tipo di corsa. L’alta ammortizzazione è soltanto una delle opzioni. Alcuni corridori apprezzano questo tipo di scarpe e altri no.

Per chi sono indicate le scarpe ultra ammortizzate?

Le scarpe massimo ammortizzamento sono diffuse soprattutto nelle gare ultrarunning. Una stima conservativa relativa ad alcune delle gare ultrarunning più importanti suggerisce che il 40 – 60% dei corridori indossassero delle scarpe A3.

Il motivo è da ricercarsi nel fatto che un’ammortizzazione elevata può essere d’aiuto soprattutto durante le gare che durano molte ore. Questo principio vale anche per le maratone e il triathlon.

Ci sono studi scientifici che confermano le qualità di queste scarpe?

Non sembra ci siano studi indipendenti sui benefici offerti dalle scarpe A3. Diversi produttori di scarpe hanno condotto le proprie ricerce nell’ambito dello sviluppo dei diversi modelli (coinvolgendo anche degli esperti di biomeccanica) ma, ovviamente, quegli studi supportano il prodotto realizzato dall’azienda.

Le scarpe ammortizzate sono il contrario delle scarpe minimaliste?

Sì e no. Sicuramente il fatto che siano particolarmente alte e lontane da terra offre la sensazione opposta delle scarpe minimaliste, che danno la sensazione di correre a piedi nudi.

Tuttavia, le scarpe massimaliste non sono state progettate semplicemente perché abbiano un design “eccessivo”. In realtà, molte scarpe ad alta ammortizazione hanno attinto dai design minimalisti, ad esempio utilizzando materiali leggeri, evitando materiali in eccesso e utilizzando un drop tallone avampiede moderato (da 0 a 8 mm).

Quante aziende producono scarpe A3?

Dipende dalla definizione di alta ammortizzazione. Proprio come per le scarpe minimaliste, i parametri sono un po’ arbitrari. In generale, diverse marche offrono almeno un modello massimalista: Hoka One One, Brooks, Skechers, Puma, Pearl Izumi, Vasque, New Balance, ASICS e Altra.

La schiuma Adidas Boost (che ha debuttato la scorsa primavera) presenta alcune qualità di nuova generazione, anche se è stata utilizzata in una vasta gamma di scarpe da corsa, dalla Adizero Adios Boost alle scarpe da corsa massimaliste Boost 2.

Anche la Road M2 di Pearl Izumi e la Scott eRide AeroFoam Trainer 2 offrono un’ammortizzazione elevata, pur essendo molto più leggere rispetto a modelli simili. Anche la Nike Lunar Eclipse 4 può essere considerata una scarpa massimalista, per via della sua intersuola spessa e della sua piattaforma stabilizzante.

Le scarpe A3 risultano instabili, dal momento che i piedi sono così lontani dal terreno?

Alcune sì, ma non tutte. La ragione principale è il profilo ampio della scarpa. La maggior parte delle scarpe A3 sono dal 20 al 30% più spesse rispetto alle scarpe running tradizionali, e la superficie più ampia a contatto con il terreno aggiunge stabilità. Tuttavia, alcune scarpe da corsa massimaliste mancano di sostegno laterale, e questo può causare una riduzione del sostegno su terreni instabili.

Le scarpe A3 riducono l’interazione propriocettiva tra il piede e il suolo? Questo peggiora la performance?

Sì, sicuramente le scarpe A3 fanno in modo che “sentiate” meno il terreno. Alcuni corridori lo trovano un compromesso accettabile in cambio della migliore ammortizzazione. Per quanto riguarda l’efficienza, sicuramente l’ipotesi di una sua riduzione è sensata, anche se il peso relativamente leggero sembra compensare la larghezza della scarpa.

Tuttavia, per gli ultrarunner sacrificare un po’ di efficienza può essere un compromesso accettabile in cambio del comfort di lunga durata e di un minore affaticamento muscolare dopo molti chilometri di corsa.

Le scarpe con massimo ammortizzamento sono tutte uguali?

Assolutamente no. In realtà, ogni modello che abbiamo testato è diverso dagli altri. Alcuni sono molto morbidi, alcuni elastici e resistenti, mentre altri sono molto più rigidi. Alcuni sono abbastanza leggeri, altri sono pesanti. Alcune sono scarpe neutre, altre offrono una stabilità notevole.

Qual è il modo migliore per scegliere la scarpa A3 giusta?

Se volete provare le scarpe A3, la cosa migliore da fare è andare in un negozio e indossarne alcune, per vedere che sensazione vi danno. Le scarpe che offrono un’ammortizzazione elevata danno una sensazione diversa rispetto alle scarpe da corsa tradizionali.

Come con qualsiasi scarpa, dovrete tenere in considerazione diversi fattori: la forma, la vestibilità, la performance, il prezzo e come quel particolare modello si inserisce nella vostra collezione di scarpe. Proprio come con qualsiasi altra scarpa, non è consigliabile indossare una scarpa massimalista per ogni allenamento o tutti i giorni.

Perché alcune persone amano le scarpe A3 e altre no?

Gli aspetti preferiti di chi ama le scarpe A3 comprendono l’ammortizzazione elevata, la riduzione della stanchezza delle gambe quando si corrono lunghe distanze e i tempi di recupero più brevi.

Inoltre, alcune persone pensano che l’elevata quantità di schiuma aiuti a rallentare la frequenza di pronazione. Chi non ama le scarpe massimaliste le ritiene troppo pesanti, scomode o costose.

Ci sono corridori famosi che si allenano con scarpe A3?

Si. Leo Manzano, argento olimpico nel 2012 nei 1500 metri, si allena utilizzando scarpe ad alta ammortizzazione. Anche l’ex mezzofondista Nicole Schappert ha scelto di utilizzare scarpe A3 per correre su lunghe distanze. Il marchio Hokas è stato scelto anche da Mike Rutt, che ha aiutato la sua squadra a superare il precedente record mondiale nella staffetta 4 × 800 metri.

Classificazione Scarpe da Running

Se sei un runner che si dedica anche alle gare ti consiglio di cliccare sull’articolo qui in alto per scegliere le scarpe più adatte a te.

[Voti: 1753    Media Voto: 4.4/5]
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Guarda un esempio

SCARPE RUNNING
Guida all'acquisto delle migliori scarpe da corsa
Classifiche - Recensioni - Migliori Offerte
Scarpe Running è il supplemento tematico della rivista consumatori indipendente Guida Acquisti che ti aiuta scegliere le scarpe da corsa, attraverso classifiche, recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.