Migliori scarpe running Nike

Quali sono le migliori scarpe running Nike? Dopo averle testate, ho stilato la classifica dei modelli da corsa più performanti per i piedi dei podisti.

Nike Air Zoom Pegasus 38

Pro

  • Struttura molto robusta
  • Buona stabilità
  • Elevata ammortizzazione
  • Battistrada resistente all’usura

Contro

  • Peso sopra la media
  • Vestibilità stretta
  • Poco adatte per lunghe distanze
  • Scarsa traspirazione con alte temperature
  • Non indicate per corse veloci

A prima vista le scarpe Nike Air Zoom Pegasus 38 non sembrano un modello da running visto il design che rappresenta un mix tra una sneaker e una calzatura da corsa. Ciò che subito si nota è la tomaia molto spessa e stratificata che offre la sensazione di una certa pesantezza e non invoglia a correre lunghe distanze.

L’azienda americana ha realizzato una scarpa decisamente robusta e destinata a durare nel tempo, riuscendo a percorrere da 600 fino a 800 chilometri. Il battistrada dentellato garantisce un elevato grip e nel contempo è piuttosto resistente all’usura. L’intersuola Nike React è morbida ma senza esagerare, in modo da non privare il corridore di quella sensibilità e reattività che spesso desidera avvertire sotto i piedi. Inoltre, la presenza della tecnologia Zoom Air incrementa l’ammortizzazione e rende confortevole sia corsa che camminata.

Ho apprezzato anche la stabilità di queste scarpe grazie alla larghezza dell’avampiede di 109,5 millimetri e del tallone di 80,7 millimetri. Peccato il peso di circa 291 grammi che, senza, dubbio, pregiudica le prestazioni su lunghe distanze. Anche la tomaia di elevato spessore non la trova una scelta azzeccata. Se dal punto di vista estetico assicura un bel effetto, non posso dire altrettanto per qual che riguarda la traspirazione, soprattutto nei periodi più caldi. Un ulteriore aspetto da tenere in considerazione in fase di acquisto, riguarda la calzata abbastanza stretta. Rispetto alla versione precedente lo spazio è aumentato, tuttavia non risulta ancora sufficiente per accogliere con adeguato comfort piedi a pianta larga.

Altri particolari degni di nota riguardano la linguetta morbida a soffietto che facilita la calzata e aiuta a bloccare il piede, sistema di allacciatura che distribuisce uniformemente la pressione e stringhe spesse a sezione piatta per combinare eleganza e praticità.

Nike Air Zoom Pegasus 38 sono scarpe piuttosto versatili pensate per l’uso quotidiano e non necessariamente solo per il running. Può rappresentare una valida scelta qualora si preveda l’impiego per corse all’aperto non di lunga distanza oppure allenamenti in palestra, nonché effettuare camminate o altre attività fisiche. Secondo la mia opinione, è un modello inadatto a chi ha una pianta del piede larga e anche poco indicato per utilizzi con alte temperature vista la scarsa traspirazione ed effettuare corse veloci alla ricerca della massima prestazione.

Nike Air Zoom Vomero 14

Nike Air Zoom Vomero 14

Pro e contro

Nike Air Zoom Structure 22

Nike Air Zoom Structure 22

Pro e contro

Nike Flex Experience RN 8

Nike Flex Experience RN 8

Pro e contro

Nike LunarGlide 9

Nike Lunarglide 9

Pro e contro

Nike Legend React

Nike Legend React

Recensione

Nike Flex Run 2018

Nike Flex Run 2018

Pro e contro

Nike Free Run Distance 2

Nike Free Run Distance 2

Pro e contro

Nike Free Flyknit 2018

Nike Free Flyknit 2018

Pro e contro

Nike Air Zoom Elite 10

Nike Air Zoom Elite 10

Pro e contro

Nike Zoom Fly Flyknit

Nike Zoom Fly Flyknit

Pro e contro