Migliori scarpe running New Balance

Quali sono le migliori scarpe running New Balance? Dopo averle testate, ho stilato la classifica dei modelli da corsa più performanti per i piedi dei podisti.

New Balance Fresh Foam 860V12

recensione recensione New Balance Fresh Foam 860V12

 

Pro

  • Buon comfort
  • Elevata stabilità
  • Ammortizza bene gli impatti
  • Sistema di allacciatura pratico ed efficiente
  • Adatta per iperpronatori
  • Ottima tenuta su qualsiasi superficie, anche bagnata

Contro

  • Peso sopra la media
  • Vestibilità abbastanza stretta

New Balance Fresh Foam 860V12 sono scarpe da corsa studiate per allenamenti giornalieri su strada. Le caratteristiche tecniche dell’intersuola risultano adatte per iperpronatori, vale a dire corridori con rotazione del piede all’interno nel momento di appoggio a terra. Lo strato di schiuma a doppia densità risulta decisamente più morbido della serie 11 e integra un rinforzo mediale con la finalità di forzare il piede all’esterno quando ruota verso l’interno.

Rispetto alla versione precedente sono state apportate alcune modifiche e introdotte nuove soluzioni tecniche allo scopo di migliorare una scarpa che, comunque, garantiva già buone performance. Oltre ad aver rivisto l’intersuola, è stato riprogettato il design della coppa del tallone. La forma è tornata più minimalista così da restituire una buona stabilità al piede e il corretto bloccaggio del tallone, ovvero qualità che si erano in parte perse nella serie 11.

Un aspetto piuttosto inconsueto per una scarpa da corsa della New Balance è il perfetto adattamento alle dimensioni del piede in rapporto alla taglia. Ciò significa avere il giusto agio in punta scegliendo la misura portata abitualmente.

Anche la zona del mesopiede non è così opprimente come in altri modelli. Rimangono comunque scarpe dalla vestibilità stretta, seppur non in maniera eccessiva, il che potrebbe causare qualche fastidio a corridori con pianta larga. Inoltre, evidenzio un efficiente sistema di allacciatura nonché stringhe elastiche e piatte che permettono di bloccare le scarpa con un solo nodo e senza il rischio di allentamenti durante la corsa.

La tomaia offre un aspetto piuttosto classico anche se il contrasto di colori conferisce un tocco di originalità. Il tessuto traforato assicura una buona resistenza e la circolazione d’aria necessaria per dissipare calore e umidità.

Sebbene non siano le scarpe tra le più traspiranti che abbia avuto modo di provare, il piede rimane abbastanza asciutto anche con alte temperature. Nulla da eccepire sulle prestazioni della suola che utilizza uno strato di gomma spessa 4,6 millimetri e un efficace disegno del battistrada per garantire trazione e tenuta su qualsiasi superficie e in ogni condizione.

New Balance Fresh Foam 860V12 rappresenta una scelta molto valida per la maggior parte dei corridori che praticano allenamenti giornalieri a ritmo lento o per effettuare corse di recupero. Secondo la mia opinione, sono scarpe che è meglio evitare se abbiamo un appoggio neutro e dovendo correre a ritmi molto veloci. In questi casi il peso eccessivo di quasi 330 grammi e un drop di 14 millimetri limitano parecchio la reattività e la sensibilità col terreno.

New Balance Fresh Foam Tempo

recensione New Balance Fresh Foam Tempo

Pro

  • Peso molto leggero
  • Confortevoli in ogni condizione
  • Buona traspirazione
  • Piacevole vestibilità
  • Adatta per corse a ritmi veloci

Contro

  • La suola si consuma rapidamente
  • Il colletto alto può causare irritazioni

New Balance Fresh Foam Tempo sono scarpe da corsa progettate per affrontare brevi e medie distanze a ritmi veloci. Il peso è di 241 grammi, mentre lo strato in schiuma ha uno spessore di 24 millimetri sul tallone e 18 millimetri sull’avampiede. Il drop di soli 6 millimetri favorisce un appoggio neutro e facilita la corsa nonché l’aumento della velocità per corridori che prediligono spingere sull’avampiede.

L’intersuola Fresh Foam X è caratterizzata da una buona ammortizzazione, comunque non eccessiva. Ciò significa che la schiuma si comprime poco ad ogni passo, sebbene offra un assorbimento degli impatti sufficiente per percorre una mezza maratona senza problemi. Chi cerca un effetto rimbalzo alla pari di modelli con intersuola realizzata in Pebax o poliuretano termoplastico (TPU), rimarrà deluso; potrà però apprezzare la fluidità delle transizioni tallone / punta durante la corsa.

La suola è stata studiata per offrire da una parte buona trazione e dall’altra un efficace assorbimento degli urti. L’area dell’avampiede è in gomma soffiata morbida, mentre sul tallone c’è una mescola al carbonio decisamente più dura. La zona del mesopiede è, invece, l’estensione della schiuma dell’intersuola. Tale soluzione permette atterraggi più morbidi e nel contempo una miglior percezione del terreno. Il rovescio della medaglia è il consumo molto rapido sia del battistrada centrale in schiuma che quello in gomma morbida dell’avampiede.

La tomaia in tessuto mesh a doppio strato è alquanto resistente, si adatta bene alla forma del piede e offre una soddisfacente traspirazione. Per quanto riguarda la vestibilità, le dimensioni risultano fedeli alla misura calzata di solito. Tuttavia, rimane una calzatura molto aderente per evitare dannosi movimenti del piede.

New Balance Fresh Foam Tempo sono scarpe da corsa su strada apprezzate, soprattutto, da runners con appoggio neutro e che amano correre spingendo sull’avampiede. Un modello leggero e confortevole che non richiede un periodo di rodaggio mettendo subito il corridore a proprio agio.

Secondo la mia opinione, rappresenta un ottimo compromesso tra scarpe estreme progettate solo per atleti di alto livello e modelli adatti per allenamenti quotidiani ad andature regolari. Gli unici punti deboli che ho riscontrato riguardano il colletto un po’ troppo alto che poterebbe causare problemi di irritazioni e la rapida usura della suola.