Carla Cofini: grazie alla corsa combatto il diabete e mi diverto

La storia di Carla Cofini, una donna che ha iniziato a correre per motivi di salute e divertendosi ha ritrovato il benessere.

 

Carla Cofini: grazie alla corsa combatto il diabete e mi diverto

Mi chiamo Carla Cofini e corro da sette anni, il motivo che mi ha spinta a iniziare è stato l’insorgere del diabete. La mia diabetologa mi ha consigliato di condurre una vita sportiva più dinamica per evitare di passare a rimedi farmacologici più invasivi come l’insulina, ed ha funzionato!

“L’esercizio fisico, ovviamente sotto controllo medico, è da considerarsi un vero e proprio farmaco per la salute fisica e mentale di tutti noi”

Da allora ho iniziato a correre, ma sempre in chiave ludica, anche se di gare ne ho fatte tante, fino alla regina delle gare: la mitica maratona. In quel momento l’emozione è salita fino al cielo, e anche se sono arrivata tra gli ultimi (qualcuno disse beati gli ultimi perché saranno i primi) sono stata comunque premiata e intervistata da RAI 3.

Solitamente mi alleno due volte a settimana e in alcuni casi faccio anche qualche piccola gara. Mentre mi alleno non ascolto musica, perché essendo all’aperto mi piace ascoltare il canto degli uccelli, il rumore dei miei passi, il mio respiro e perdermi nella natura.

Alcune volte mi fermo per scattare qualche foto a ciò che mi circonda e poi riprendere è sempre più bello perché hai sempre qualcosa di meraviglioso da scoprire. Fino a quando mi divertirò continuerò a correre, per adesso mi sento di dire: “Viva la corsa che caccia via i pensieri negativi ed è più potente di uno psicologo

In merito al vestiario sportivo non uso un particolare abbigliamento, solitamente acquisto ciò che mi colpisce a livello estetico ma anche prodotti tecnici di Nike o Adidas, mentre quando mi capita di partecipare a qualche gara utilizzo il completino con la scritta della società sportiva per la quale corro. Le scarpe che uso di più per fare running sono le Asics Gel Kayano.

Il consiglio che mi sento di dare a tutti è iniziate a correre, perché vi farà sentire liberi.

Anche se all’inizio sarà un po faticoso, poi vi sembrerà di volare! Parola di una “tartarunner” che anche se arriva ultima si diverte.

Leggi le altre interviste